Recupero crediti
ed esecuzioni immobiliari

Recupero crediti

Lo Studio fornisce completa assistenza per tutto quello che riguarda le varie procedure di recupero di crediti di qualunque natura, stragiudiziale (di lavoro -retribuzioni, contributi, indennità, …-, canoni di locazione non corrisposti, promesse di pagamento non rispettate, …) o giudiziale (conseguito con sentenza o decreto ingiuntivo).

L’attività stragiudiziale può avere ad oggetto l’invio di lettere monitorie per sollecitare il pagamento; mentre l’attività giudiziale può riguardare:

procedure monitorie, ricorsi per decreto ingiuntivo,

esecuzioni mobiliari, esecuzioni immobiliari e presso terzi, pignoramenti di beni mobili, immobili o di autoveicoli;

insinuazione al passivo in caso di fallimenti/procedure concorsuali.

Esecuzioni immobiliari

Il team degli Avvocati Giunchi garantisce ai propri Clienti completa assistenza e consulenza anche per quanto concerne la possibilità o la necessità di agire in via esecutiva per il recupero giudiziale di un proprio credito di qualunque natura, attraverso l’espropriazione di beni immobili.

La procedura esecutiva immobiliare è un’azione giudiziaria che si rivela utile per il Cliente che vanta un credito (solitamente, ingente) di qualunque natura (stragiudiziale o giudiziale) e vuole ottenerne il corretto adempimento/pagamento. 

Tale forma di esecuzione mira all’espropriazione degli eventuali diritti di proprietà, usufrutto o superficie su beni immobili (edifici ed eventuali pertinenze, terreni, …) che il debitore del Cliente può vantare, attraverso una procedura che può portare alla vendita del bene (e alla ripartizione del ricavato fra i creditori procedenti) o alla sua assegnazione.

Il primo atto dell’espropriazione immobiliare è il pignoramento del bene, che può essere richiesto dal Cliente; il Cliente può anche cercare di soddisfare il proprio credito inserendosi nella procedura di esecuzione immobiliare già avviata da altri creditori nei confronti del medesimo debitore e avente ad oggetto lo stesso immobile, nel rispetto delle tempistiche d’intervento dettate dalla legge, degli eventuali privilegi legali esistenti in capo ai creditori e nei limiti del valore del bene immobile.